Book Now!

Miglior prezzo garantito

Prenota la tua esperienza...

...Luxury

Saint-Vincent Resort & Casino «Alpine Luxury Experience»

Saint-Vincent Resort & Casino «Alpine Luxury Experience»

Vendredi, 30 Mai 2014

In Italia, nella splendida regione della Valle d'Aosta, al confine con Francia e Svizzera, il Saint-Vincent Resort & Casino è dedicato ai turisti di tutto il mondo che vogliono vivere esperienze uniche di ospitalità, divertimento, benessere, gioco, shopping, sport e relax in uno spettacolare ambiente di montagna, con una varietà unica di formule e attività organizzate con criteri di eccellenza e studiate su misura per ogni ospite, specie per coloro che provengono da lontani continenti. Il Saint-Vincent Resort & Casino è un polo leisure di massima eleganza e charme, firmato dal prestigioso Studio Lissoni & Associati.
Vicino agli aeroporti di Aosta, Torino, Milano Malpensa, Ginevra e metropoli come Milano, capitale della moda e del design, Firenze e Venezia, il Saint-Vincent Resort & Casino, abbracciato da vette tra le più alte d'Europa (Monte Rosa, Cervino, Monte Bianco, Gran Paradiso), presenta un'offerta completa, esclusiva e personalizzabile per una fantastica “Alpine Luxury Experience”.

Il casinò è tra i più attrattivi e prestigiosi d’Europa. Oltre 100 tavoli da gioco, 600 slot machine, sala Privée, diversi bar e sale fumatori garantiscono il divertimento. Il complesso è dotato di 2 alberghi per ogni esigenza, il Grand Hotel Billia affiliato a “The Leading Hotels of The World”, il Parc Hotel Billia membro di “Design Hotels”; inoltre completano il Resort, il Centro Congressi Billia, dove si tengono anche spettacoli per i clienti con gli artisti più famosi, e il Centro Wellness L’EVE (L'Acqua) - 1.700 mq - con percorsi d'acqua e piscine per godere delle proprietà salubri della più pura acqua di montagna qui raccolta per gli ospiti, e i rituali studiati appositamente per il relax e la “remise en forme” dei giocatori e delle coppie.

OSPITALITÀ

Il personale del Saint-Vincent Resort & Casino è formato ai più alti livelli professionali. Sono tutte persone valdostane che hanno per indole la tradizionale gentilezza dei popoli di montagna. Accolgono il cliente con familiarità, a braccia aperte, con il sorriso e pronti a prevenire ogni suo desiderio e a soddisfare subito ogni sua richiesta.
I vasti spazi della struttura e gli orizzonti ampi sullo sfondo fanno correre all'infinito le emozioni.
Il Grand Hotel Billia, affiliato a “The Leading Hotels of the World”, gioiello Belle Epoque del primo '900, con 69 camere di cui 27 suite, è una residenza regale ricca di ogni moderno comfort. La “Presidential Suite” si estende per 100 metri quadri ed è dotata di cucina e letto matrimoniale extragrande.
Il Parc Hotel Billia, membro di “Design Hotels”, 4 stelle, 113 camere e 6 suite, è una soluzione di raffinata eleganza moderna, tra lusso e semplicità. Gli arredi armonizzano le tipicità locali degli artigiani della pietra, del metallo e del legno con elementi legati ad atmosfere alpine lontane, con un ampio utilizzo di vetrate, creando effetti di luce spettacolari. Le ampie camere De Luxe affacciano tutte sul meraviglioso parco e hanno come vetrina il panorama delle montagne. Tutte dispongono di supporti tecnologici di ultima generazione con televisore multimediale e collegamento Wi-Fi gratuito.

WELLNESS

All'interno del Resort, il centro benessere L'Eve si estende per 1700 mq e offre 6 beauty room, il percorso Kneipp, una vasca grande per nuotare, che prosegue all'esterno, circondata dai lettini con vista sulla montagna; una vasca idromassaggio con cascata cervicale (alta 1,20 mt., acqua a 33 gradi), bagno turco di marmo con cromoterapia, sleeping room con cromoterapia, biosauna in legno, sauna finlandese, cascata di ghiaccio per effetto scrub, doccia tropicale con profumi di frutti, doccia di nebbia profumata, doccia di acqua calda e fredda per tonificare ed energizzare, zona relax con tisaneria e frutta secca, palestra con macchinari di ultima generazione dai quali è possibile mentre si fa attività fisica, andare in Internet per inviare una e-mail, salutare gli amici su Facebook, leggere un quotidiano o fare un bonifico o vedere la tv. I prodotti sono: la linea lusso viso di Natura Bissé e gli olii essenziali dell'azienda locale Alpiflora. Nella bella stagione, fantastica la piscina esterna con ampia terrazza sotto gli alberi secolari del parco.

ENOGASTRONOMIA

I 5 ristoranti del Resort rispondono a ogni esigenza, dalla Brasserie du Casino che coccola i giocatori fino a tarda notte, al Gaya- Mood & Food per l'area slot machine - a Le Rascard Salon et Terrasse, cucina tipica valdostana e 400 metri quadri affacciati sulla valle, finemente arredati dall'architetto Lissoni, e modulabili per eventi privati e aziendali, fino ai due ultimi aperti, gli esclusivi 1908 e La Grande Vue, all'interno del Grand Hotel Billia, con l'esclusivo chef table. Nel dettaglio:

Le Rascard Salon et Terrasse, 350 coperti su oltre 400 metri quadri, richiama già nel nome due simboli della vita in Valle d'Aosta “Il granaio e la terrazza”; è il regno dello chef Giancarlo Duce che vanta il prestigioso riconoscimento di Maestro di cucina del Centro Studi d’Arte Culinaria e dall’Associazione Cuochi Italiani 2005. La cucina è ricca di sapori e fragranze del territorio.

La Brasserie du Casino, 120 coperti, dà il meglio di sé il master chef Francesco Liguori, che nella sua carriera ha collezionato numerosi riconoscimenti internazionali.

Il Gaya Mood & Food, 60 coperti all'interno della sala Evolution (slot machine) del Casinò, convivono splendidamente sapori mediterranei e aromi orientali, grazie allo chef Emanuele Lattanzi, giunto qui dopo aver lavorato in ristoranti premiati con la stella Michelin.

Al 1908 si ha il privilegio di riscoprire le ricette del maestro Escoffier.

La Grande Vue è un ristorante di alto livello destinato ad ospitare chef ‘stellati’.

SHOPPING

Gli ospiti del Saint-Vincent Resort & Casino possono fare acquisti a condizioni favorevoli grazie ad accordi di partnership nel Quadrilatero della Moda di Milano e nei maggiori Outlet del lusso.

SPORT

Gli ospiti del Saint-Vincent Resort & Casino hanno la più vasta scelta di attività estive e invernali.
La vicinanza a 4 vette tra le più alte d'Europa consente di vivere esperienze uniche. Nella bella stagione, escursioni sui più grandi ghiacciai alpini, trekking nei parchi naturali e lungo le “alte vie” di montagna, free climbing nelle numerose falesie della zona, canyoning, vie ferrate.
Con la neve, giornate di sci accompagnati dai migliori Maestri e Guide Alpine in pista e freeride, con utilizzo di impianti di risalita (ski-pass in hotel) e discesa su itinerari non tracciati, Eliski e sci fuoripista in ambienti selvaggi salendo e tornando alla base in elicottero.

Golf

Per gli amanti del golf che non vogliono passare nemmeno un giorno senza tirare un drive, il Col de Joux, situato al culmine della collina che sovrasta Saint-Vincent, è disponibile un campo pratica, con la possibilità di noleggiare l'attrezzatura; orario: 11.30/17.30, tel. 0166 537701. A 22 km in direzione Aosta, il Golf Les Iles di Brissogne offre un percorso a 9 buche, omologato dalla Federazione Italiana Golf, caratterizzato dall’imponente presenza degli ostacoli d’acqua – il lago principale, due stagni e un canale – e da aree naturali che costeggiano i fairway. Il driving range, ampio e dotato di postazioni coperte e scoperte, con i suoi 200 metri circa di lunghezza e 80 di larghezza, permette di esercitarsi con ogni tipologia di ferri e legni, garantendo un ottimo allenamento anche per i giocatori più esperti. Un putting green con varie pendenze e un pitching green con bunker di pratica, sempre attentamente curati, completano l’offerta dedicata alla pratica. Non mancano ristorante, piscina scoperta, solarium e la possibilità di corsi e lezioni. Tel. 0165 762932, www.golflesiles.it.
Infine non si può non citare il campo più esteso della Valle d'Aosta, il Golf Club del Cervino, 18 buche, uno dei percorsi più alti d’Europa. Il campo è situato in un contesto naturalistico unico, per non dire straordinario, con un panorama fantastico al cospetto della vetta della Gran Becca. Tecnicamente delicato, il percorso è un PAR 69 di 5.303 metri che si snoda a fianco del torrente Marmore, in prossimità del centro abitato di Breuil-Cervinia. Tel. 0166.949131, www.golfcervino.com.
E dopo una giornata sul green, il Resort propone relax e preziosi trattamenti estetici a L'EVE, emozioni ai tavoli verdi, i piaceri della tavola di chef qualificati, un buon libro nel magnifico Salone del Caminetto del Grand Hotel Billia, un drink con gli amici nei suoi bar dislocati in diversi punti della struttura per offrire ambienti sempre diversi, accoglienti, discreti o dinamici, una passeggiata nel parco secolare. E l'immancabile cioccolatino della buona notte nelle splendide suite, prodotti rigorosamente artigianali curati dagli abili chocolatier locali su antiche e preziose ricette.

Tennis

A lato del Parc Hotel Billia, il Tennis Club Châtillon-Saint-Vincent propone due campi in terra rossa e uno in erba sintetica, ospita competizioni di livello internazionale.
Per i clienti del Parc Hotel Billia è previsto l’utilizzo gratuito del campo con possibilità di estensione orari. A pagamento lezioni individuali, collettive e servizio sparring a diversi livelli.

Bocce

Il Bocciodromo Comunale di Saint-Vincent, durante i mesi più caldi, mette a disposizione dei giocatori diversi campi situati sul tetto della struttura, all'interno del rinnovato parco pubblico. Per queste sue caratteristiche tecniche, la struttura  ospita manifestazioni sportive di rilievo nazionale ed internazionale.

Equitazione

A Saint-Vincent, il maneggio Cavallo e Natura di Sabbion propone oltre alla classica lezione di equitazione in campo, passeggiate e trekking nella rigogliosa e selvaggia natura locale, ripercorrendo vecchie mulattiere per raggiungere antichi forni, villaggi, borghi e castelli dove il tempo si è fermato. Per i più esperti, e con spirito d'avventura, si organizzano gite di più giorni anche per degustare specialità enogastronomiche tipiche della zona. Gli accompagnatori sono tecnici di turismo equestre associati CTE e FISE.

Nordic walking

È uno sport facile, che si pratica all’aria aperta. Consiste nel camminare con i bastoncini coordinandosi con movimenti studiati appositamente. È adatto a tutti e per tutto l’anno, e porta notevoli vantaggi alla salute: fa bene al cuore e alla circolazione, rafforza braccia e spalle, migliora la postura della schiena e tonifica glutei e addominali. I bastoncini, utilizzati in modo funzionale e non solo come semplice appoggio, aiutano a far lavorare attivamente tutto il corpo, coinvolgendo la maggior parte della muscolatura. Il Nordic Walking fa riscoprire valori antichi e luoghi nuovi e meravigliosi, lontano dai percorsi turistici di massa. L’associazione Valle d’Aosta Nordic Walking propone corsi e lezioni itineranti.

Rafting, Canyoning e Hydrospeed

Il Rafting Adventure Chatillon accompagna gli amanti dell'avventura per  conoscere la flora e la fauna valdostane lungo il corso della Dora Baltea, uno dei fiumi riconosciuti come il luogo migliore a livello mondiale per la pratica di Rafting, Canyoning e Hydrospeed. Accompagnati da guide esperte è possibile effettuare escursioni organizzate in base al livello di preparazione e ai desideri dei visitatori che potranno quindi letteralmente "immergersi" nella natura da un punto di vista assolutamente privilegiato.

Avventura

Ai piedi del Cervino, il Parco Avventura Borna dou Djouas è inserito in un'area sportiva dove si possono fare numerosissime attività tra cui il free-climbing, l’equitazione ed il parapendio. Il parco è articolato in 60 stazioni diverse per alternare e progressivamente equilibrio e audacia. Tutte le stazioni sono dotate di certificato di qualità e sicurezza, garantite da personale professionista.

In bicicletta

Un itinerario di 51 km, con un dislivello di 1045 m, parte da Saint-Vincent per tornare nella cittadina valdostana. Salendo al Col de Joux si percorre una delle strade più panoramiche della regione dove lo sguardo spazia sulla valle centrale. Poi si scende fino a Brusson per poi toccare i paesi di Challand-Saint-Anselme e Challand-Saint-Victor. Da qui è già visibile Verrès, quindi si raggiungono Champdepraz, sede del Parco Naturale del Mont Avic, e l’antico paese di Montjovet, dominato dalle rovine del castello di Saint-Germain.

Con la famiglia

Percorrendo una delle strade più panoramiche della regione - 16 km da Saint Vincent - si arriva al Col de Joux, a 1640 m s.l.m.. è un antico ed importante passo di transito tra la valle centrale e la valle d’Ayas e rappresenta un vero e proprio fiore all'occhiello dell'offerta turistica locale. Allo sciogliersi della neve, le piste da sci lasciano spazio ad un panorama alpino unico, meta ideale per lunghe passeggiate o per piacevoli giornate di relax coccolati dal sole e dai suoni che solo la montagna può regalare, in un'area verde appositamente attrezzata per garantire il più totale riposo. La stazione offre inoltre un ventaglio di attività che spaziano dalla pesca sportiva, al golf sul campo pratica, alle escursioni in Mountain Bike o in Nordic Walking. Per i bambini offre il parco giochi con castello gonfiabile, le reti elastiche, la giostra elettrica, un percorso con ostacoli e poi tubbing, casette e il mini tennis. Un piccolo paradiso insomma nel quale trascorrere giornate serene ed in sicurezza anche con la propria famiglia immersi in uno dei panorami naturalistici e faunistici più suggestivi d'Italia.

 

ARTE E CULTURA

Saint-Vincent dista pochi chilometri da Aosta, antica città romana ricca di opere medievali. Intorno al Resort poi sono diverse e importanti le iniziative culturali in particolare dedicate alla storia dell'alpinismo. Il Castello Gamba, di Châtillon, a 2 km da Saint-Vincent, sulla strada che porta ad Aosta, è sede espositiva di una ricca collezione di arte moderna e contemporanea: un patrimonio che conta più di 1.200 opere fra pittura, scultura, grafica e fotografia. Il percorso si snoda su tre piani per 13 sale, secondo un criterio cronologico e tematico, e presenta una selezione di oltre 150 opere lungo un arco temporale che va dall'Ottocento ai primi anni del nuovo millennio: si possono ammirare pittori come Casorati, De Pisis, Carrà e Guttuso e scultori quali Martini, Manzù, Mastroianni, Fontana, Pomodoro e Paladino. L‘ampia scelta testimonia con varietà i movimenti che hanno animato la scena artistica italiana: sono rappresentati ad esempio l‘Informale, l‘Astrattismo geometrico, la Transavanguardia e la Pop Art. Particolare rilievo è dato al territorio valdostano attraverso l‘attività degli artisti locali, o attivi nella Valle su committenza regionale.
Il parco, che circonda il castello, su una superficie totale di 50.400 metri quadrati, è un tipico parco “all’inglese”, che si sviluppa dolcemente verso la piana di Aosta, presentando un versante più impervio sul lato meridionale. Comprende più di 150 alberi di notevoli dimensioni e particolare pregio. Caratteristica saliente è la presenza di esemplari arborei monumentali, primo tra tutti, la maestosa Sequoia gigante della California piantata nel lontano 1888, che con i suoi 37 metri di altezza domina tutta l’area circostante.
Il Castello Gamba è stato riaperto di recente dopo un complesso intervento di restauro. La sua storia è molto romantica in quanto nacque alla fine dell'800 da un atto d'amore del barone torinese Carlo Maurizio Gamba per la sua sposa, Angélique Passerin d’Entrèves. Nel 1928, in mancanza di eredi diretti, il castello pervenne alla Regione.

Il Museo delle Alpi

Un'altra gita da non perdere è quella al Forte di Bard, a 23 km da Saint-Vincent, sulla strada per Torino, uno dei migliori esempi di fortezza di sbarramento del primo Ottocento, rimasto pressoché intatto dal momento della sua costruzione, oggi centro culturale europeo, con spazi museali ed espositivi, e sede della più importante rassegna enogastronomica valdostana, il Marché au Fort. La piazzaforte è costituita da tre principali corpi di fabbrica, posti a diversi livelli, per un totale di 283 locali. Al culmine del rilievo, la più imponente delle tre opere è formata da una cinta su cui si appoggiano tutti i fabbricati e che racchiude al suo interno la piazza d'armi. La sommità è raggiungibile grazie ad avveniristici ascensori panoramici. Il Forte ospita il Museo delle Alpi, un percorso multidisciplinare, multimediale e interattivo che regala emozioni uniche, suddiviso in quattro sezioni che raccontano le Alpi dal punto di vista del naturalista, del geografo, dell'antropologo e del meteorologo. Durante l'estate 2013 ospiterà numerosi eventi: il jazz sofisticato della rassegna Musicastelle in Blue, la prima edizione di Napoleonica, rievocazione storica dedicata al passaggio di Napoleone Bonaparte, le sonorità di Celtica e quelle pop di Neffa.

I castelli

La Valle d'Aosta è una delle regioni italiane più ricche di castelli, vestigia della antica storia italiana ed europea. Famosi tra gli oltre cento manieri, il castello Gamba di Chatillon e il massiccio castello di Ussel, costruito da Ebalo di Challant verso la metà del XIV secolo, primo esempio valdostano di castello monoblocco; a Saint-Denis sorge lo spettacolare Castello di Cly; a Fénis solennemente adagiato nel mezzo di un’ampia radura, si erge il più noto e scenografico castello medievale, un tempo appartenuto alla potente casata degli Challant. Proseguendo si raggiunge il borgo di Nus, nel cui centro storico si trova il cosiddetto castello di Pilato, turrita casaforte dei Signori di Nus, risalente al XIII secolo. Poco dopo si arriva a Saint-Marcel, impreziosito da un interessante castello di tipo “rural-residenziale”. Ultima tappa è il castello di Quart, che racchiude pregevoli esempi di architettura e pittura distribuiti dal XII al XVII secolo. In direzione Torino si trova l’antico Santuario di Plout, intitolato a “Notre Dame du Tout Pouvoir”, meta di frequenti pellegrinaggi.

ITINERARI DEL GUSTO

Nel tratto della Valle d’Aosta che da Sud a Nord unisce Pont-Saint-Martin a Saint-Vincent/Châtillon, si susseguono gole, praterie, balconate e terrazzamenti dominati da splendidi castelli medievali. L’aspetto alpino del territorio è in forte contrasto con i suoi frutti, addirittura mediterranei. Il netto contrasto tra l’Adret (il lato esposto al sole) e l’Envers (il versante in ombra delle montagne), caratterizzati rispettivamente da un clima mite e secco e da un ambiente freddo e umido, è il motivo della varietà di frutti per cui il percorso, circa 25 chilometri, da un paesino all'altro, riserva sfiziose scoperte enogastronomiche a base di uva, castagne, fichi, frumento, noci, nocciole, lardo e altre prelibatezze tipiche.
Immancabile la prima sosta è ad Arnad, per il mitico Lard d’Arnad, prodotto a denominazione di origine protetta (DOP), che si ottiene dalla lavorazione del solo spallotto di maiale di peso superiore ai due quintali. Nell’ultima settimana di agosto si svolge la sagra dedicata, oltre alla degustazione e a varie animazioni, si può partecipare a interessanti laboratori del gusto. Insieme al lardo, fanno bella mostra i salumi tradizionali, come la Motzetta, carne essiccata, saporita e aromatica (di carne bovina o di camoscio) e i Boudins (salamini di sangue suino con patate e barbabietole) che, insieme alla Fontina DOP e al Salignöun, una ricotta dalla consistenza cremosa e grassa, dal sapore piccante e speziato, impastata con sale, pepe e peperoncino, rendono superbe le “entrée” di ogni menu.
Seconda tappa, Hône, che offre piatti tipici a base di fichi, frumento, noci, nocciole, olio di noce, mandorle e castagne con cui da secoli si preparano pani dolci (Micòoula), dolci (Flantze) e una sorta di piadina (Miassa).
Infine si entra nella zona delle castagne. Il paese di Donnas in ottobre è animato da due importanti sagre: quella dell‘uva, dove i molti produttori della zona ambiscono al premio “Grappolo d‘oro”, e quella della castagna, che culmina con la gara tra i caldarrostai in cui viene messa in palio la castagna d‘oro. Sempre in ottobre, imperdibile il Marché au Fort di Bard, un mercato enogastronomico allestito nel borgo ai piedi del Forte, una grande e completa vetrina di tutte le produzioni alimentari tipiche del territorio della Valle d‘Aosta.
Ricca la varietà di vini valdostani bianchi, rossi, rosati e passiti di assoluto prestigio. Rossi: Arnad-Montjovet, Donnas, Gamay, Merlot, Nebbiolo, Pinot Nero, Syrah; Bianchi: Chardonnay, Müller Thurgau, PetiteArvine, Pinot Grigio; Rosati: Nebbiolo Rosato; Passiti: Chardonnay Vendemmia Tardiva, Pinot Grigio Vendemmia Tardiva.

EVENTI

Al Saint-Vincent Resort & Casino, il Centro Congressi Billia è dotato di 7 sale, di cui una è un teatro da 600 posti, che ospita appassionanti spettacoli per gli ospiti del Resort, due aree espositive, 1 business center e 2 salette per meeting per una capacità complessiva di 1.000 persone su 3.000 metri quadri disposti su 2 piani. Tutti gli spazi sono dotati di connessione Wi-Fi e delle più moderne attrezzature tecnologiche.
L'immagine del Saint-Vincent Resort & Casino è legata a protagonisti di ieri e di oggi come Sofia Loren, Sean Connery, Vittorio De Sica, Jeremy Renner e Elizabeth Olsen e centinaia di altri tra i più famosi al mondo.
La Valle d'Aosta è ricca di eventi, sagre, festival e concerti. Da Musicastelle alla Bataille de reines alla Mostra mercato delle erbe officinali.

VDA VISITORS & CONVENTION BUREAU

La Regione Autonoma Valle d'Aosta ha aderito al progetto di eccellenza “MICE in Italia”, destinato allo sviluppo e alla promozione del Meeting, Incentive, Congress and Events Industry in Italia voluto dal Ministero del Turismo. La Casino de la Vallée S.p.A. (CAVA), società che gestisce il SAINT-VINCENT Resort & Casino, è stata designata dalla Regione come ente attuatore, quindi braccio operativo, e referente per la Valle d’Aosta all'interno del nuovo organismo, grazie alla costituzione del VDA Visitors & Convention Bureau, allo scopo di sviluppare l'offerta turistica congressuale nel territorio valdostano soprattutto nei poli di Saint-Vincent, attraverso il nuovo Centro Congressi Billia e di Courmayeur. “Mice in Italia” è l’accordo di programma per incentivare la competitività della meeting industry italiana siglato dal dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo per conto del Ministero del Turismo e raggruppa otto regioni: Valle d’Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Campania, Puglia, Sicilia e la Provincia autonoma di Trento. I principali obiettivi del progetto sono: la valorizzazione dell’offerta di sistema, il sostegno alle azioni di commercializzazione e lo sviluppo di un turismo di qualità che aumenti l’indotto economico del terziario e destagionalizzi i flussi. Le modalità: sviluppare un sistema pubblico-privato capace di condurre l’offerta congressuale italiana a livello internazionale, l’offerta di servizi integrati e la formazione degli addetti.
 

Book Now!

Miglior prezzo garantito

Prenota la tua esperienza...

...Luxury