Book Now!

Miglior prezzo garantito

Prenota la tua esperienza...

...Luxury

VACANZE DIVERSE 20 BUONI MOTIVI PER RISCOPRIRE SAINT-VINCENT

VACANZE DIVERSE 20 BUONI MOTIVI PER RISCOPRIRE SAINT-VINCENT

Jeudi, 01 Août 2013

Partendo dal nuovo hotel design Parc Hotel Billia  tutti gli itinerari, gli appuntamenti e le attività sportive per un soggiorno veramente divertente.

C'è un mondo nuovo da scoprire - o riscoprire - a Saint-Vincent, tra benessere, buona tavola, sport, cultura, escursioni e intrattenimento.  
A Saint-Vincent, famosa come 'Riviera delle Alpi', grazie alla particolare esposizione che rende estremamente piacevole il clima, sono tante le nuove occasioni per una vacanza divertente, varia ed anche rilassante, a partire dal Parc Hotel Billia, inaugurato un anno fa, una struttura di design che fa parte del Saint-Vincent Resort & Casino,  firmata da Piero Lissoni, che offre ambienti di charme, fra tradizione e tecnologia, materiali di ieri e concept dei più moderni, in un'atmosfera familiare e confortevole.

Un soggiorno al Parc Hotel Billia può riservare giornate ricche di emozioni ed esperienze divertenti e sempre diverse. Infatti, Saint-Vincent è in una posizione centrale e privilegiata nella Regione: nel raggio di 20 km sono “a portata di mano” mostre, castelli, strutture sportive, percorsi enogastronomici e tanta natura incontaminata. Fino al 1° settembre, i clienti del RESORT che acquistano un pacchetto  hanno a loro esclusiva disposizione presso le Terme di Saint-Vincent  l'area  "Saint-Vincent Resort & Casino Lounge" con accesso gratuito alla SPA. Inoltre riceveranno in omaggio un voucher del valore di 20 euro per persona per scoprire l’offerta di divertimento proposta dal Casino de la Vallée ai Tavoli da gioco o alle Slot machine
 
In agosto la cittadina come tutta la Vallée, è un fiorire di manifestazioni, sagre, feste, appuntamenti culturali.

Durante la stagione calda, Saint-Vincent, a 575 metri s.l.m., tra  spettacolari montagne ricoperte di rigogliose foreste, è una meta ideale per vacanze rilassanti. Graffiti neolitici e rupi celtiche, un ponte e una domus romana, la  chiesa romanica del borgo e quella di San Maurizio,  nell'antico  villaggio di Moron, sono solo alcune delle testimonianze di una storia secolare. Centri di impianto medievale, architetture liberty e moderne raccontano i millenni  di un paese  attraversato sia dalla strada romana delle Gallie che dalla via Francigena. Non a caso il parigino Edouard Aubert, visitando  Saint-Vincent nella metà del XIX secolo scrisse:
"È difficile esprimere la bellezza di questo paese; dire l’effetto prodotto da questa Valle ricca ed elegantemente boscosa che a momenti si apre per poi richiudersi. E’ impossibile descriverne i colori che a seconda dell’ora del giorno sono velate di tinte bluastre e grigie di incredibile dolcezza o si incorporano sotto le calde carezze del sole d’Italia."

1. PARC HOTEL BILLIA

Un soggiorno al Parc Hotel Billia può quindi dare l'opportunità di inventare ogni giorno la propria vacanza su misura.
L'Hotel, che fa parte del Saint-Vincent Resort & Casino,  accoglie gli ospiti con la cortesia sincera della gente di montagna.
Dall'elegante hall, alle 119 camere e suite, gli arredi armonizzano le tipicità locali degli artigiani della pietra, del metallo e del legno con elementi legati ad atmosfere lontane, con un ampio utilizzo di vetrate, creando effetti di luce spettacolari.
Nelle camere, un piccolo balcone dilata  lo spazio affacciandosi sulla Valle.
Il legno si ritrova ovunque. Da sottolineare il colore di tutti gli ambienti, nelle sfumature di un grigio raffinato e caldo. Nulla è lasciato al caso.
La quadreria attinge agli archivi della Società Guide Alpine di Courmayeur e all’archivio  storico del Comune di Saint - Vincent per raccontare la storia, l’architettura e la natura della Valle d’Aosta nelle diverse stagioni.
Le camere De Luxe misurano 28 metri quadri, le Suite 56, essendo dotate in più di salotto attrezzato con zona ufficio e cabina armadio.
Tutte dispongono di supporti tecnologici di ultima generazione – con televisore multimediale e collegamento Wi-Fi gratuito – oltre a bagno con doccia, telefono, cassaforte, un ampio minibar, tea e coffee maker, servizio cortesia, aria condizionata e riscaldamento regolabili, asciugacapelli, accappatoio, room service e servizio lavanderia.

Tre ristoranti 'firmati'
Al Saint-Vincent Resort & Casino il ristorante 'Le Rascard Salon et Terrasse,' Il granaio e la terrazza', richiamando due simboli della vita in Valle, introduce in uno spazio unico per scelte architettoniche e di stile, anch'esse firmate Studio Lissoni e Associati.
Le Rascard è il regno dello chef Giancarlo Duce che vanta il prestigioso riconoscimento di Maestro di cucina del Centro Studi d’Arte Culinaria e dall’Associazione Cuochi Italiani 2005. Duce è molto apprezzato a livello nazionale e internazionale, ma è da sempre legato alla Valle d’Aosta in un sodalizio che si avverte profondamente nella sua cucina, ricca di sapori e fragranze del territorio.  
Si può scegliere poi tra il Gaya e la Brasserie di casino dove  dà il meglio di sé il master Chef Francesco Liguori, che nella sua carriera ha collezionato numerosi riconoscimenti internazionali.
Al Gaya Mood & Food convivono invece splendidamente sapori mediterranei e aromi orientali, grazie allo Chef Emanuele Lattanzi, giunto qui dopo aver lavorato in ristoranti premiati con la stella Michelin e aver guadagnato premi prestigiosi, tra cui il   Seven Stars and Stripes a Mumbai.

Intrattenimento
In esclusiva per gli ospiti del Resort, nella nuova Sala Gran Paradiso del Centro Congressi Billia si svolgono tutto l'anno iniziative culturali e di spettacolo con i personaggi più amati dal pubblico.

2. GIOCARE A TENNIS

A ridosso del Parc Hotel Billia, il Tennis Club Châtillon-Saint-Vincent, dotato di due campi in terra rossa e uno in erba sintetica, ospita competizioni di livello internazionale.
Orario: 09:00-23:00. Tel. 349-4509146 www.tcchatillon-saintvincent.it

Per i clienti del Parc Hotel Billia utilizzo gratuito del campo con possibilità di estensione orari. A pagamento lezioni individuali, collettive e servizio sparring a diversi livelli.

3. E ALLE BOCCE!

Il Bocciodromo Comunale di Saint-Vincent, durante i mesi più caldi, mette a disposizione dei giocatori diversi campi situati sul tetto della struttura, all'interno del rinnovato parco pubblico. Per queste sue caratteristiche tecniche, la struttura   ospita  manifestazioni sportive di rilievo nazionale ed internazionale.
Via Conti di Challand 10, aperto dalle 8 alle 24. Tel 0166 512517.

4. ALLE TERME

A pochi metri dall'albergo, le secolari Terme di Saint-Vincent magnificamente ristrutturate in chiave wellness, riservano ai clienti del Parc Hotel Billia particolari condizioni.
Raggiungibili a piedi godendosi i bei giardini delle ville di Saint-Vincent, o con la funicolare, si affacciano su una grande terrazza da cui apprezzare  la vista  sulla vallata. La fonte termale fu scoperta il 20 luglio 1770 dall'abate Jean-Baptiste Perret. A lanciare la moda delle cure termali furono poi la regina Maria Teresa, moglie di Vittorio Emanuele I di Sardegna, e le sue tre figlie, le principesse Maria Anna, Maria Cristina e Beatrice Maria, che durante le estati dal 1827 al 1829 vi si recavano per i preziosi e salutari trattamenti. Da allora, tutta la haute société italiana e non solo cominciò a frequentare Saint-Vincent per "passare le acque". Perfino Silvio Pellico nel 1850 venne qui a rimettersi in salute dopo la prigionia nella fortezza dello Spielberg. Di lì a poco scoppiò il vero e proprio boom delle terme e della "Riviera delle Alpi". Vi soggiornò anche Margherita di Savoia, la prima regina d'Italia, e ben presto la cittadina termale valdostana venne pomposamente ribattezzata anche "la Karlsbad italiana". L'opera di ristrutturazione e ammodernamento iniziata nel 2007 e terminata di recente ne fa oggi un centro all'avanguardia per attrezzature e servizi, con una moderna Social Spa dotata di tre piscine coperte e una esterna, un solarium arredato con vasche idromassaggio e sdraio per godere del panorama e dell'aria aperta abbronzandosi, saune, docce emozionali e cascata di ghiaccio. Si possono fare cure idropiniche e inalatorie perché l'acqua assunta come bevanda a digiuno svolge un'azione equilibratrice e regolatrice dell'apparato digerente. Le cure inalatorie, invece, sono somministrate per le infiammazioni croniche delle vie aeree.   Inoltre ci sono diverse attività massoterapiche e di medicina estetica. Infine due oasi relax permettono agli ospiti di rilassarsi davanti al caminetto o di fronte al panorama montano, avvolti in teli di spugna caldi. Un buffet gourmet è a disposizione  con spuntini, tisane e altre bevande.

Viale IV Novembre  100, dalle 10 alle 21. Tel. 0166 511223. www.termedisaintvincent.com

5. SOLARIUM E PISCINA SPETTACOLARI

Per tutta l'estate, gli ospiti del Parc Hotel Billia potranno godere gratuitamente di un ampio ed elegante solarium esterno alle Terme, con la piscina che affaccia sul magnifico panorama della Valle.

6. PASSEGGIATE

Appena pubblicata la guida “Passeggiando a Saint-Vincent – Quattro itinerari per una flânerie nella Riviera delle Alpi” a cura di Marco Jaccond, prodotta da Comune di Saint-Vincent – Assessorato al Turismo. Si passa attraverso ville eclettiche retro e deco e una Pietà neocubista. Si può apprezzare il nuovo Municipio ispirato al gotico valdostano, la Galleria Civica d'Arte Moderna, il Cine-teatro di Ettore Sottsass e il sito archeologico della chiesa parrocchiale.  La terza passeggiata porta alle nuove Terme. Partendo dalla piazza della Chiesa Parrocchiale e percorrendo via Chanoux, si arriva in piazza XXV aprile da dove parte la funicolare per le 'acque della salute'. Chi preferisce raggiungere a piedi la stazione termale, può farlo imboccando la pedonale via Colle di Joux. Da ammirare: la Chiesa parrocchiale, ristrutturata nel XV secolo, il campanile romanico con la bronzea campana settecentesca, e Villa Quadro, complesso di edifici in stile liberty progettato dallo stesso architetto della funicolare, Diatto. L'ultimo percorso interessa viale Ponte Romano, la passeggiata ombreggiata preferita dalle dame nella Belle Epoque. Ci si immette poi in via Battaglione Aosta, che porta alle Terme vecchie, luogo di scoperta della celebre Fons Salutis.

7. CACCIA DI FANTASMI

Saint-Vincent è anche una meta per gli amanti del mistero...Percorrendo via Mus fino alla piazza centrale Vittorio Veneto e ritorno attraverso via Chanoux si arriva a un misterioso villino neomedievale che ha la fama di essere una 'casa dei fantasmi'.

8. CIOCCOLATO D'AUTORE

Due passi per Saint-Vincent ed ecco il Maitre Chocolatier Morandin che dal 1966 ha fatto del suo laboratorio artigiano una delle mete golose più apprezzate della regione.  Vi si gusta un cioccolato realizzato a partire dalla fava di cacao, concato ed invecchiato al punto giusto per regalare sensazioni ineguagliabili.
Via Chanoux, 105. Tel. 0166 512690. www.morandinchocolatier.it

9. IL GOLF

Per gli amanti del golf che non vogliono passare nemmeno un giorno senza tirare un drive, sul Col de Joux, la collina che sovrasta Saint-Vincent, c'è un campo pratica, con la possibilità di noleggiare l'attrezzatura; orario: 11.30/17.30,  tel.  0166 537701.  A 22 km in direzione Aosta, il Golf Les Iles di Brissogne offre un percorso a 9 buche, omologato dalla Federazione Italiana Golf, caratterizzato dall’imponente presenza degli ostacoli d’acqua – il lago principale, due stagni e un canale – e da aree naturali che costeggiano i fairway. Il driving range, ampio e dotato di postazioni coperte e scoperte, con i suoi 200 metri circa di lunghezza e 80 di larghezza, permette di esercitarsi con ogni tipologia di ferri e legni, garantendo un ottimo allenamento anche per i giocatori più esperti. Un putting green con varie pendenze e un pitching green con bunker di pratica, sempre attentamente curati, completano l’offerta dedicata alla pratica. Non mancano ristorante, piscina scoperta, solarium e la possibilità di corsi e lezioni. Tel.  0165 762932, www.golflesiles.it .
Infine non si può non citare il campo più esteso della Valle d'Aosta, il Golf Club del Cervino, 18 buche, uno dei percorsi più alti d’Europa. Il campo è situato in un contesto naturalistico unico, con un panorama fantastico al cospetto della vetta della Gran Becca. Tecnicamente delicato, il percorso è un PAR 69 di 5.303 metri che si snoda a fianco del torrente Marmore, in prossimità del centro abitato di Breuil-Cervinia. Tel. 0166.949131, www.golfcervino.com .

10. A CAVALLO 

A Saint-Vincent, in località Sabbion, il maneggio Cavallo e Natura propone, oltre alla classica lezione di equitazione in campo, passeggiate e trekking nella rigogliosa e selvaggia natura locale, ripercorrendo vecchie mulattiere per raggiungere antichi forni, villaggi, borghi e castelli dove il tempo si è fermato. Per i più esperti, e con spirito d'avventura, non mancano occasioni per organizzare gite impegnative di più giorni anche per  degustare specialità enogastronomiche tipiche della zona. Gli accompagnatori sono tecnici di turismo equestre associati CTE e FISE.
Aperti tutto l'anno: telefono 346.6273277 oppure cellualre 345 8079313. www.cavalloenatura.eu

11. NORDIC  WALKING

È uno sport facile, che si pratica all’aria aperta. Consiste nel camminare con i bastoncini coordinandosi con movimenti studiati appositamente. È una disciplina sportiva per tutti e per tutto l’anno, che porta notevoli vantaggi alla salute: fa bene al cuore e alla circolazione, rafforza braccia e spalle, migliora la postura della schiena e tonifica glutei e addominali. I bastoncini, utilizzati in modo funzionale e non solo come semplice appoggio, aiutano a far lavorare attivamente tutto il corpo, coinvolgendo la maggior parte della muscolatura. Il Nordic Walking è uno stile di vita sano, a contatto con la natura, che porterà chi lo pratica, ad entrare gradualmente in sé stesso, a riscoprire valori antichi e a scoprire luoghi nuovi e meravigliosi come Saint-Vincent e dintorni, lontano dallo stress e dalla frenesia della vita quotidiana. L’associazione Valle d’Aosta Nordic Walking propone corsi e lezioni itineranti. Si possono contattare direttamente gli istruttori consultando il sito: www.vdanordicwalking.com.

12. AVVENTURA GARANTITA

Ai piedi del Cervino, a Antey-Saint-André, a 12 km da Saint-Vincent in direzione Cervinia-Valtournenche, tra un connubio di natura, storia, tradizioni, cultura e gastronomia, è stato realizzato il primo Parco Avventura della Valle d’Aosta e uno dei primi in Italia. La Borna dou Djouas Parco Avventura è inserito in un'area sportiva di Antey-Saint-André, dove si possono fare numerosissime attività tra cui il free-climbing, l’equitazione ed il parapendio. Il parco è articolato in 60 stazioni diverse per alternare e progressivamente equilibrio e audacia. Tutte le stazioni sono dotate di certificato di qualità e sicurezza, garantite da personale qualificato.
È aperto  in giugno nei fine settimana, in luglio dal martedì alla domenica, dalle 11 alle 20; imn agosto tutti i giorni  dalle 11 alle 20. Tel 320.1196734 oppure mob. 335.7566413. www.parcoavventurantey.it

13. NEL VERDE CON LA FAMIGLIA

Percorrendo una delle strade più panoramiche della regione - 16 km da Saint Vincent alla cima - si arriva al Col de Joux, che sovrasta Saint-Vincent con i suoi 1640 m s.l.m.. E' un antico ed importante passo di transito tra la valle centrale e le vicine valli d’Ayas e di Gressoney e rappresenta un vero e proprio fiore all'occhiello dell'offerta turistica della cittadina termale. Allo sciogliersi della neve, le piste da sci lasciano spazio ad un panorama alpino unico, meta ideale per lunghe passeggiate o per piacevoli giornate di relax coccolati dal sole e dai suoni che solo la montagna può regalare, in un'area verde appositamente attrezzata per garantire il più totale riposo. La stazione offre inoltre un ventaglio di attività che spaziano dalla pesca sportiva nel laghetto di montagna, al golf sul campo pratica, alle escursioni in mountain bike o in Nordic Walking. Il laghetto di pesca sportiva è a 1649 mt, ospita salmerini, trote iridee, trote fario, è possibile noleggiare l'attrezzatura e gli orari fino al 30 settembre sono 7-11.30 / 17.30-21; tel  0166 537701.  Per i più piccini ci sono  il parco giochi  con castello gonfiabile, le  reti elastiche, la giostra elettrica, un percorso con ostacoli e poi tubbing, casette e  il mini tennis. Un piccolo paradiso insomma nel quale trascorrere giornate serene ed in sicurezza con la propria famiglia immersi in uno dei panorami naturalistici e faunistici più suggestivi della Valle d'Aosta. Parco giochi: Tel. 0166 510106.

14. ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

Il Castello Gamba, di Châtillon, a 2 km da Saint-Vincent, sulla strada che porta ad Aosta, è  sede espositiva di una ricca collezione di arte moderna e contemporanea: un patrimonio che conta più di 1.200 opere fra pittura, scultura, grafica e fotografia. Il percorso si snoda su tre piani per 13 sale, secondo un criterio cronologico e tematico, e presenta una selezione di oltre 150 opere lungo un arco temporale che va dall'Ottocento ai primi anni del nuovo millennio: si possono ammirare pittori come Casorati, De Pisis, Carrà e Guttuso e scultori quali Martini, Manzù, Mastroianni, Fontana, Pomodoro e Paladino. L‘ampia scelta testimonia  con varietà i movimenti che hanno animato la scena artistica italiana: sono rappresentati ad esempio l‘Informale, l‘Astrattismo geometrico, la Transavanguardia e la Pop Art. Particolare rilievo è dato al territorio valdostano attraverso l‘attività degli artisti locali, o attivi nella Valle su committenza regionale.
Il parco, che circonda il castello, su una superficie totale di 50.400 metri quadrati, è un tipico parco “all’inglese”, che si sviluppa dolcemente verso la piana di Aosta, presentando un versante più impervio sul lato meridionale. Comprende più di 150 alberi di notevoli dimensioni e particolare pregio. Caratteristica saliente è la presenza di esemplari arborei monumentali, primo tra tutti, la maestosa Sequoia gigante della California piantata nel lontano 1888, che con i suoi 37 metri di altezza domina tutta l’area circostante.
Il Castello Gamba è stato riaperto di recente dopo un complesso intervento di restauro. La sua storia è molto romantica in quanto nacque  alla fine dell'800 da un atto d'amore del barone torinese Carlo Maurizio Gamba per la sua sposa, Angélique Passerin d’Entrèves. Nel 1928, in mancanza di eredi diretti, il castello pervenne alla Regione.
Località Cret de Breil, Châtillon. Orario da aprile a settembre: 10.00 – 18.00. Tel. 0166 563252. www.castellogamba.vda.it

15. IL MUSEO DELLE ALPI

Un'altra gita da non perdere è quella al Forte di Bard, a 23 km da Saint-Vincent, sulla strada per Torino, uno dei migliori esempi di fortezza di sbarramento del primo Ottocento, rimasto pressoché intatto dal momento della sua costruzione, che oggi centro culturale europeo, con spazi museali ed espositivi, e sede della più importante rassegna enogastronomica valdostana, il Marché au Fort. La piazzaforte è costituita da tre principali corpi di fabbrica, posti a diversi livelli, per un totale di 283 locali. Al culmine del rilievo, la più imponente delle tre opere è formata da una cinta su cui si appoggiano tutti i fabbricati e che racchiude al suo interno la piazza d'armi. La sommità è raggiungibile grazie ad avveniristici ascensori panoramici. Il Forte ospita il Museo delle Alpi, un percorso multidisciplinare, multimediale e interattivo che regala emozioni uniche, suddiviso in quattro sezioni che raccontano le Alpi dal punto di vista del naturalista, del geografo, dell'antropologo e del meteorologo. Durante l'estate 2013 ospiterà numerosi eventi: il jazz sofisticato della rassegna Musicastelle in Blue, la prima edizione di Napoleonica, rievocazione storica dedicata al passaggio di Napoleone Bonaparte, le sonorità di Celtica e quelle pop di Neffa.
Località Bard. Aperto dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19. Tel. 0125 833817. www.fortedibard.it. Ingresso scontato per i clienti del Parc Hotel Billia.

16. RAFTING, CANYONING E HYDROSPEED

Il Rafting Adventure Chatillon accompagna gli amanti dell'avventura  per   conoscere la flora e la fauna valdostane lungo il corso della Dora Baltea, uno dei fiumi riconosciuti come il luogo migliore a livello mondiale per la pratica di Rafting, canyoning e hydrospeed. Accompagnati da guide esperte è possibile effettuare escursioni  organizzate in base al livello di preparazione e ai desideri dei visitatori che potranno quindi letteralmente "immergersi" nella natura da un punto di vista assolutamente privilegiato.
A Chatillon, 2 km da Saint-Vincent, sulla strada che porta ad Aosta, tel. al 0166 563289 oppure mob. 346 3090856. www.raftingadventure.com

17. ITINERARI DEL GUSTO

Nel tratto della Valle d’Aosta che da Sud a Nord unisce Pont-Saint-Martin a Saint-Vincent/Châtillon, si susseguono gole, praterie, balconate e terrazzamenti dominati da splendidi castelli medievali. L’aspetto alpino del territorio è in forte contrasto con i suoi frutti, addirittura mediterranei. Il netto contrasto tra l’Adret (il lato esposto al sole) e l’Envers (il versante in ombra delle montagne), caratterizzati rispettivamente da un clima mite e secco e da un ambiente freddo e umido, è il motivo della varietà di frutti per cui il percorso, circa 25 chilometri,  da un paesino all'altro, riserva sfiziose scoperte enogastronomiche a base di uva, castagne, fichi, frumento, noci, nocciole, lardo e altre prelibatezze tipiche.
Immancabile la prima sosta è ad Arnad, per il mitico Lard d’Arnad, prodotto a denominazione di origine protetta (DOP), che si ottiene dalla lavorazione del solo spallotto di maiale di peso superiore ai due quintali. Nell’ultima settimana di agosto si svolge la sagra dedicata: oltre alla degustazione e a varie animazioni, si può partecipare a interessanti laboratori del gusto. Insieme al lardo, fanno bella mostra i salumi tradizionali, come la motzetta, carne essiccata, saporit e aromatica (di carne bovina o di camoscio) e i Boudins (salamini di sangue suino con patate e barbabietole) che, insieme alla Fontina DOP e al Salignöun, una ricotta dalla consistenza cremosa e grassa, dal sapore piccante e speziato, impastata con sale, pepe e peperoncino, rendono superbe le entrée di ogni menu.
Seconda tappa, Hône, che offre piatti tipici a base di fichi, frumento, noci, nocciole, olio di noce, mandorle e castagne con cui da secoli si preparano pani dolci (Micòoula), dolci (Flantze) e una sorta di piadina (Miassa).
Infine si entra nella zona delle castagne. Il paese di Donnas in ottobre è animato da due importanti sagre: quella dell‘uva, dove i molti produttori della zona ambiscono al premio “Grappolo d‘oro”, e quella della castagna, che culmina con la gara tra i caldarrostai in cui viene messa in palio la castagna d‘oro. Sempre in ottobre, imperdibile il Marché au Fort di Bard, un mercato enogastronomico allestito nel borgo ai piedi del Forte,  una grande e completa vetrina di tutte le produzioni alimentari tipiche del territorio della Valle d‘Aosta.
Ricca la varietà di vini valdostani bianchi, rossi, rosati e passiti di assoluto prestigio. Rossi: Arnad-Montjovet, Donnas, Gamay, Merlot, Nebbiolo, Pinot Nero, Syrah; Bianchi: Chardonnay, Müller Thurgau, PetiteArvine, Pinot Grigio; Rosati: Nebbiolo Rosato; Passiti: Chardonnay Vendemmia Tardiva, Pinot Grigio Vendemmia Tardiva.

Le tappe
Donnas: Caseificio Vallet Pietro e Figli
Tel: 0125.807347 E-mail: info@caseificiovalletpietro.it

Donnas: Bonne Vallée – Azienda agricola Chappoz – prodotti da forno  
Tel: 0125.804098 E-mail: bonnevallee@libero.it

Arnad: Salumificio Arnad Le Vieux  
Tel: 0125.968811 - 349.2222759 E-mail: info@arnadlevieux.com
Arnad: Salumificio Maison Bertolin
Tel: 0125.966127 E-mail: marta@bertolin.com
Arnad: Azienda vinicola Bonin Dino  
Tel: 0125.612660 -338 3053476 E-mail: bonin@vievini.it
Arnad: Cantina sociale "Cooperativa La Kiuva"  
Tel: 0125.966351 E-mail: lakiuva@libero.it
Donnas: Cantina sociale "Caves cooperatives de Donnas"
Tel: 0125 807096 E-mail: info@donnasvini.it
Donnas: Fattoria didattica Lou Rosé  
Tel: (+39) 320 2990713 E-mail: lourose@libero.it
Arnad: Agriturismo Lo Dzerby Loc. Machaby
Tel:0125.966067 - 329.2240573
Hône: Agriturismo Le Chemin de la Luge Fr.Courtil, 17
Tel:0125.809842 - 347.7125929

18. I CASTELLI

Un altro percorso da fare in auto, per un totale di circa 43 km, è dedicato alla scoperta delle antiche dimore e dei castelli intorno a Saint-Vincent. In direzione Aosta oltre al castello Gamba di Chatillon e il massiccio castello di Ussel, costruito da Ebalo di Challant verso la metà del XIV secolo, primo esempio valdostano di castello monoblocco, a Saint-Denis sorge lo spettacolare Castello di Cly; a Fénis solennemente adagiato nel mezzo di un’ampia radura, si erge il più noto e scenografico castello medievale della Valle d’Aosta, un tempo appartenuto alla potente casata degli Challant. Proseguendo si raggiunge il borgo di Nus, nel cui centro storico si trova il cosiddetto castello di Pilato, turrita casaforte dei Signori di Nus,non visitabile, risalente al XIII secolo. Poco dopo si arriva a Saint-Marcel, impreziosito da un interessante castello di tipo “rural-residenziale” in località Surpian. Ultima tappa è il castello di Quart, in corso di restauro: racchiude pregevoli esempi di architettura e pittura distribuiti dal XII al XVII secolo. Invece in direzione Torino si trova l’antico Santuario di Plout, intitolato a “Notre Dame du Tout Pouvoir”, meta di frequenti pellegrinaggi. Sul sito www.regione.vda.it è attivo il sistema di biglietteria elettronica che consente di acquistare i biglietti d’ingresso per i castelli aperti alla visita.

19. IN BICICLETTA

Un itinerario di 51km, con un dislivello di 1045 m, parte da Saint-Vincent per tornare nella cittadina valdostana. Salendo al Col de Joux si percorre una delle strade più panoramiche della regione dove lo sguardo spazia sulla valle centrale. Poi si scende fino a Brusson per poi toccare i paesi di Challand-Saint-Anselme e Challand-Saint-Victor. Da qui è già visibile Verrès, quindi si raggiungono Champdepraz, sede del Parco Naturale del Mont Avic, e l’antico paese di Montjovet, dominato dalle rovine del castello di Saint-Germain.

20. EVENTI

La Valle d'Aosta è ricca di eventi, sagre, festival e concerti. Da Musicastelle alla Bataille de reines alla Mostra mercato delle erbe officinali, tutte le informazioni su date, costi e prenotazioni si possono trovare sui siti: www.insaintvincent.it e www.lovevda.it .

Book Now!

Miglior prezzo garantito

Prenota la tua esperienza...

...Luxury